In evidenza

  • condividi
  • |
  • |

23 marzo 2021

Energia verde per la mobilità

CTT Nord, dopo aver presentato il nuovo bus elettrico E-Bus di BYD che girerà per le strade di Lucca per tutta la settimana, ha voluto avviare in città un vero e proprio dibattito su quella che potrà essere la mobilità del futuro. Per fare questo, si è deciso di coinvolgere le nuove generazioni, organizzando, nella mattinata di Martedì 23 Marzo 2021, una sessione didattica a distanza con 3 classi dell’istituto tecnico Fermi-Giorgi di Lucca: la 3A e la 4B indirizzo Meccanici e la 5C dell’indirizzo Autoriparatori.

L’incontro, aperto anche alla stampa, è durato poco meno di due ore ed è stato aperto dal saluto della dott.ssa Simona Deghelli, consigliere di CTT Nord (che ha ringraziato l’Ufficio Scolastico di Lucca ed in particolare la Dott.ssa Donatella Buonriposi) e da quello del prof. Claudio Oliva, coordinatore provinciale per le attività motorie e progetti nazionali dell’Ufficio Scolastico territoriale di Lucca.
Dopo i saluti, si è entrati subito nel vivo con la presentazione a cura del rappresentante di BYD, il dott. Alessandro Ferri. Ferri ha raccontato la storia del bus elettrico, che è iniziata già 120 anni fa, ma che solo nell’ultima decade ha trovato spinta tecnologica per diventare una vera alternativa ai bus a trazione endotermica tradizionali.
Dalle parole della casa costruttrice si evince come la transizione all’elettrico sia inevitabile anche se l’ostacolo ancora da superare, in particolar modo in Italia, è quello delle infrastrutture che devono accompagnare questa svolta green. In Italia, a fine 2021, BYD conta di avere circolanti circa 400 suoi bus che vanno a sommarsi a quelle delle aziende competitors. BYD, casa cinese, è leader mondiale nella produzione di E-Bus con oltre 60.000 mezzi già circolanti nel mondo.
La parola è poi passata all’Ing. Emiliano Cipriani di CTT Nord, che ha posto il focus sulla parte più tecnica del funzionamento dell’E-Bus e di tutte le componentistiche di cui si caratterizzano le batterie presenti a bordo del mezzo oggi in circolazione a Lucca. L’E-Bus in test a Lucca è lungo 8,7 metri ed ha una capienza massima di trasportati di circa 50 unità. È dotato di due batterie da 160 kWh posizionate sul tetto del veicolo garantendo perciò all’abitacolo spazio ed opportunità di carico. I test in corso sono focalizzati nella valutazione della reale autonomia indispensabile per turni oltre 250 km /giono come la LAM Blu di Lucca.
Le sfide che aspettano CTT Nord e le aziende che sceglieranno per prime di switchare al mondo del TPL elettrico, sono proprio quelle legate alla conoscenza del mezzo che cambierà il paradigma di quello che è oggi la funzione del manutentore: non più (o non solo) un abile meccanico, ma un profondo conoscitore dell’elettronica e dell’elettromeccanica.
Nella sezione di Q&A, professori e ragazzi hanno avuto modo di sciogliere anche i loro ultimi dubbi in merito al futuro della mobilità e della figura del manutentore per cui stanno studiando.
CTT Nord vuole ringraziare tutti i partecipanti per l’attenzione ed il tempo dedicato.